Come chiedere prestiti se ragazzi: come accedere alle migliori offerte nel 2021, esempi di rate

44

Indice dei contenuti

Come chiedere prestiti se ragazzi? In base alla normativa vigente, per richiedere un prestito bisogna aver almeno compiuto 18 anni, infatti solo ai maggiorenni è consentito l’accesso al credito. Tuttavia le difficoltà non si esauriscono con la questione dell’età: infatti la reputazione creditizia è uno degli elementi cruciali affinché una banca o una società finanziaria possa concedere un prestito, e in assenza di precedenti non si può valutare l’affidabilità del cliente? Come fare in questi casi? Nonostante le premesse sembrino porre parecchi ostacoli, esistono possibilità di avere prestiti per giovani: vediamo insieme quali sono le opportunità che propone il mercato del credito.

Come funziona il prestito per giovani

Diversi istituti di credito propongono prestiti per giovani riservati a utenti di una fascia di età compresa tra i 18 e i 35 anni, i quali desiderano avere liquidità per realizzare vari tipi di progetti. Ogni banca o società finanziaria ha il proprio prodotto specifico, e solitamente tali finanziamenti assumono anche le caratteristiche di:

  • Prestiti a fondo perduto per giovani
  • Prestiti d’onore per giovani
  • Prestiti per imprenditoria giovanile

Sono finanziamenti a cui possono accedere anche coloro che non hanno un lavoro stabile, e di conseguenza una busta paga da presentare a titolo di garanzia di reddito, ma che possono contare su garanzie sostitutive in modo tale che si possa dimostrare di essere in grado di restituire l’importo richiesto, mentre in altri casi sono veri e propri prestiti a fondo perduto. Vediamo più in dettaglio queste fattispecie di finanziamento.

Prestiti a fondo perduto

Come si evince dal nome stesso, i finanziamenti a fondo perduto sono dei prestiti in cui non vi è l’obbligo di restituire il denaro richiesto e gli interessi. Sono die fondi messi a disposizione dallo Stato ed erogati attraverso gli istituti di credito, i quali hanno appunto la garanzia statale, e sono spesso destinati a incentivare il lavoro giovanile e femminile, soprattutto nelle aree economicamente più svantaggiate. Per accedere a questo tipo di credito solitamente

bisogna partecipare a uno specifico bando con determinati requisiti di ingresso, che comportano anche la presentazione di un business plan che descriva in dettaglio l’idea imprenditoriale.

Il vantaggio di questo tipo di finanziamenti è che non richiede un garante terzo, per cui basta soddisfare i requisiti del bando per poter accedere al credito fino all’esaurimento die fondi messi a disposizione dallo Stato.

Prestito d’onore per giovani

Un’altra particolare forma di prestito giovanile è il prestito d’onore, il quale è lo strumento ideale che il mondo del credito mette a disposizione per coloro che devono completare il proprio percorso di formazione universitaria e post-universitaria. Questo tipo di prestiti consente agli studenti di usufruire di

tassi d’interesse agevolati, e piani di ammortamento convenienti, in modo che i ragazzi possano affrontare le spese necessarie come l’affitto di una casa, le quote del master, e via discorrendo. A seconda del tipo di istituto a cui ci si rivolge, i prestiti d’onore possono essere erogati non soltanto per spese universitarie e post-universitarie, ma anche ai giovani che vogliono avviare un’attività imprenditoriale.

Prestiti per imprenditoria giovanile

Esiste poi una branca specifica di prestiti per imprenditoria giovanile, dedicati appunto a giovani che vogliono attivare un’attività imprenditoriale, start up innovativa, ecc. sul territorio, e solitamente sono riservati a giovani under 35 e donne. Dal punto di vista del meccanismo di funzionamento questi prestiti

solitamente prevedono una parte a tasso zero, ed altri a condizioni agevolate in termini di tasso di interesse e piano di ammortamento. Con il Decreto Crescita che è entrato in vigore il 1 maggio 2019, è stato stabilito che i finanziamenti siano possibili anche per imprese già costituite fino a cinque anni, che il mutuo possa durare da 8 a 10 anni, e altre condizioni variabili che permettono un accesso agevolato a questo tipo di finanziamenti. Come per i prestiti a fondo perduto, anche quelli specifici per imprenditori under 35 vengono concessi fino ad esaurimento dei fondi stanziati.

Prestiti con garante

Abbiamo visto quali sono alcune tipologie di finanziamento riservate a ragazzi che hanno bisogno di fondi per completare gli studi o per realizzare un progetto lavorativo. Questo però non vuol dire che non sia possibile avere un semplice prestito personale non legato a specifiche finalità, ma in quel caso la modalità di accesso al credito prevede l’ausilio di un garante terzo. Il garante è una figura, solitamente un parente stretto del richiedente, che si ritrova in possesso dei principali requisiti necessari per ottenere un prestito, ovvero

  • Solidità finanziaria
  • Affidabilità creditizia

Pertanto il garante dovrà presentare documento d’identità valido, codice fiscale o tessera sanitaria, e un documento di reddito (busta paga, dichiarazione dei redditi, cedolino della pensione) che consenta in fase istruttoria di accertare la solvibilità dell’importo richiesto. Naturalmente il garante non dovrà avere alcuna segnalazione nella Centrale Rischi, pertanto non può figurare tra i protestati né tra i cattivi pagatori per poter consentire l’accesso al credito del richiedente.

Piccolo prestito

La forma privilegiata di finanziamento non finalizzato per giovani che gli istituti di credito riservano agli appena maggiorenni è il cosiddetto piccolo prestito, un importo che solitamente non supera i 5.000 euro, e che pertanto risulta più facilmente concedibile da banche e finanziarie in quanto ne riduce i livelli di rischio. I piccoli prestiti possono essere fra loro molto diversi, ma per linee generali

hanno piani di rimborso più brevi e tassi di interesse mediamente più elevati, intorno all’8-10 per cento. Ma molto dipende anche dal tipo di garanzie che vengono proposte all’istituto di credito, quindi il consiglio è di richiedere un preventivo e osservare le condizioni proposte dal singolo istituto a cui ci si rivolge.

I piccoli prestiti sono rivolti a chiunque abbia bisogno di un finanziamento rapido, ed anche giovani possono ottenere una piccola cifra in tempi veloci a condizioni variabili in base al singolo istituto di credito.

Come trovare il miglior prestito per giovani

Se siete alla ricerca di prestiti per ragazzi potete valutare le migliori opportunità presenti nel mercato del credito grazie all’ausilio di strumenti quali i comparatori on line, siti specializzati che presentano le migliori offerte del momento, consentendo di confrontare condizioni e tassi di interesse. Qualsiasi tipologia di prestito si voglia valutare, è bene osservare i principali tassi di interesse, ovvero

  • TAN, il Tasso Annuo Nominale che indica in valore percentuale gli interessi applicati al capitale erogato
  • TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale che indica in valore percentuale tutte le spese correlate al credito erogato

Molti siti ufficiali degli istituti di credito permettono anche di usare un simulatore di rata, laddove basta inserire importo e numero di mesi del piano di ammortamento per comprendere quanto andremo indicativamente a pagare come rata mensile di rimborso.

Conclusioni

Sebbene bisogna avere almeno 18 anni per chiedere un prestito per ragazzi, abbiamo visto che esistono delle opportunità concrete a condizioni anche allettanti, soprattutto per chi vuole realizzare un progetto imprenditoriale oppure completare la propria formazione professionale. Più difficile è ottenere un prestito personale standard, ma se si può contare su un buon garante per la fideiussione è possibile ottenere una cifra congrua da restituire anche in assenza di una busta paga.