Come chiedere un prestito se si è under 18: le proposte migliori per i più giovani

Indice dei contenuti

Prestito finalizzato e prestito personale

I prestiti sono finanziamenti che possono essere sia personali che finalizzati. Nel primo caso il cliente riceverà l’accredito della somma pattuita con la banca per il prestito, direttamente sul proprio conto corrente già aperto e attivo proprio con quella banca. I soldi potranno essere spesi in piena autonomia, senza dover per forza fare preventivi, o mostrare alla banca come vogliamo spendere il denaro ricevuto. Mentre, per quanto concerne i più giovani, magari studenti universitari, è più facile che la banca preferisca un prestito di tipo finalizzato. In tal caso, la somma non sarà gestita da noi, ma verrà erogata all’Ente o al negozio presso cui noi dobbiamo comprare un bene, o pagare alcune rate. Quest’ultimo è il caso più conosciuto, ovvero quello delle Università per quanto riguarda il pagamento delle tasse.

Elenco dei requisiti e documenti necessari per la richiesta

Qui di seguito si riportano i requisiti necessari per richiedere un prestito presso una banca:

avere un’età che è compresa tra i 18 e 75 anni. Anche se bisogna ricordare che ci sono anche banche o istituti di credito, le quali concedono prestiti anche a clienti con età superiore, come novantenni, ma con obbligo polizza assicurativa sulla vita;
avere un reddito regolare, fisso e dimostrabile. Motivo per cui, al momento della richiesta della domanda, il cliente deve presentare in banca tutta la documentazione fiscale finalizzata ad attestare la propria situazione economica;
possedere la cittadinanza italiana;
essere titolare di almeno un conto corrente bancario presso la banca, alla quale stiamo facendo la domanda per il finanziamento.

Limiti massimi di somma nel modulo online

I prestiti online, sempre più gettonati, hanno reso le cose molto più rapide e intuitiva. Per quanto concerne l’aspetto teorico, non avrebbero limiti di somma, quindi dovrebbero essere richiesti per ogni tipo di valore in denaro.

Ma in realtà ogni banca, in base al proprio assetto di regole e politiche, stabilisce quale sia il massimo che essa può mettere a disposizione. Queste quindi devono stabilire dei limiti di somma oggetto di prestito online, in particolare per quanto concerne quello in 24 ore.

Vantaggi della richiesta online: cosa sapere

Il vantaggio principale dei prestiti online consiste anche nel poter decidere in base al massimo di cifra prevista dall’istituto di credito, se scegliere quindi una banca rispetto ad un’altra, ma senza spostarsi fisicamente. In tutta comodità, da casa, possiamo valutare quale banca faccia di più al nostro caso. Valutando condizione, tassi di interesse, requisiti più o meno rigidi.

Fascia di valori e calcolo rate

Solitamente risulta possibile presentare una fascia di importi in denaro, che va dai 3.000 circa ai 50.000 euro più o meno. Potrebbe anche esserci qualche mutamento, infatti non parliamo di un range circoscritto e non variabile, tutto dipende alla fine dalla banca specifica.
Per quanto riguarda le tempistiche, il tempo generalmente previsto per il rimborso parte da un minimo di un anno (con un numero di 12 rate) per gli importi più bassi, fino a circa sette anni ( con un numero di 84 rate) per quelli più consistenti.

Vari istituti di credito o banche, se abbiamo a che vedere con importi molto elevati, consentono la restituzione in dieci o quindici anni anche, quindi in numero molto disteso di rate nel tempo. Si potrebbe andare quindi dalle 120 alle 180 rate mensili più o meno. In questi casi si presentano però delle garanzie più rigide, e risulta abbastanza difficile poter richiedere così facilmente prestiti molto elevati.

I maggiori beneficiari del prestito in 24 ore

Probabilmente, tra tutte le categorie di clienti, quella dei giovani studenti è la più avvantaggiata, per diversi motivi che vedremo subito. In primis parliamo di tassi di interesse molto vantaggiosi, che in alcuni casi possono anche essere pari a zero. Inoltre le tempistiche nel tempo per ridare indietro la somma, sono molto distese, proprio per supportare il giovane studente.

Ma ovviamente il richiedente deve risultare iscritto regolarmente ad un percorso di studi universitario, presentare un documento d’identità valido, cittadinanza italiana, un limite di età entro i 35 anni. Il conto in banca presso quella banca deve già essere stato aperto, e inoltre è meglio quando si tratta di banche che già hanno convenzioni con l’Ateneo. I vantaggi in tal caso, possono essere comunque sia diversi. Soprattutto questi prestiti, vengono erogati in modo immediatamente, in quanto tutto è direttamente accessibile durante la fase di verifica.

Tasso di interesse pari a zero

Per quanto concerne i giovani studenti spesso il tasso di interesse è pari a zero, in quella condizione in cui lo studente è meritevole, regolarmente iscritto, ed ha un valore ISEE davvero basso. Queste sono solitamente le condizioni determinanti per ottenere un prestito che preveda un tasso di interesse pari a zero. Ovviamente poi ogni banca ha le proprie politiche e le proprie regole, quindi si gestisce a riguardo anche in modi differenti.

Il tasso di interesse può avere il valore di zero anche nel caso di giovani imprenditori, i quali accedono ad un prestito a fondo perduto partecipando ad un bando. Il loro progetto però deve essere convincente e ci devono essere delle garanzie più forti e stringenti.

Fondo studio: vantaggi e condizioni

Risulta possibile presentare il modulo di richiesta di accesso al finanziamento garantito dal Fondo studio, per tutti coloro che possiedono un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e che presentano determinati requisiti e condizioni:

essere iscritto ad un corso di laurea triennale ovvero specialistica a ciclo unico, in regola con il pagamento delle tasse universitarie e in possesso del diploma di scuola superiore con un voto che corrisponda almeno a 75/100;
essere iscritto ad un corso di laurea magistrale, in regola con il pagamento delle tasse universitarie e in possesso del diploma di laurea triennale con una votazione pari almeno a 100/110;
essere iscritto ad un Master universitario di primo o di secondo livello, sempre in regola con il pagamento delle tasse universitarie ed in possesso del diploma di laurea, rispettivamente triennale o specialistica, con una votazione pari almeno a 100/110;
essere iscritto ad un corso di specializzazione successivo al conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico di medicina e chirurgia con voto pari almeno a 100/110 e sempre in regola con il pagamento di tutte le tasse universitarie previste;
avere un’iscrizione ad un dottorato di ricerca all’estero il quale, ai fini del riconoscimento in Italia, deve presentare una durata legale di tre anni;
essere iscritto ad un corso di lingue di durata non inferiore a sei mesi, riconosciuto da un “Ente Certificatore”.


Caratteristiche del diploma di maturità per il fondo studenti

Il diploma di scuola superiore che abbiamo ricevuto, deve avere delle caratteristiche per permetterci di accedere al fondo studio, ovvero:

  • una scuola italiana, pubblica o privata, riconosciuta dal Miur a rilasciare titoli di studio aventi valore legale in Italia;
  • una scuola straniera autorizzata dal Miur all’apertura di una succursale dell’istituto straniero in Italia e abilitata a rilasciare titoli di studio aventi valore legale in Italia.

Conclusioni: under 18 e requisiti necessari

In conclusione, non è possibile richiedere alcun prestito fino al compimento del diciottesimo anno di età. Una volta compiuta la maggiore età possiamo richiedere un finanziamento presso una banca, ma con la presenza di tutti i requisiti necessari. Se siamo giovani studenti, fino ai 35 anni, possiamo godere di alcuni vantaggi come si è visto nel corso dell’articolo.