Come chiedere prestiti se giovani: spiegazione, come trovare le migliori offerte in rete

Indice dei contenuti

Finanziamenti interessanti: tassi di interesse agevolati per studenti

I prestiti probabilmente più vantaggiosi, sono quelli che vengono fatti per la categoria di clienti giovani, magari studenti universitari con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. Questi prestiti rientrano sotto la categoria immediati o rapidi, e possono anche essere richiesti dagli studenti, in quanto di solito hanno bisogno durante il loro percorso di liquidità per tasse universitarie o viaggi di istruzione. A fare richiesta di un prestito possono però essere sia gli studenti a tempo pieno o anche coloro che hanno un’iscrizione part time all’Università e quindi lavorano mentre studiano, ma non hanno un contratto fisso.

Questi non hanno la possibilità di presentare una busta paga, oppure un contratto di lavoro che può fungere da garanzia, ma questo in tal caso non è indispensabile. Infatti non c’è bisogno di questo tipo di garanzia, basta presentare ISEE nel caso, essere meritevoli e regolarmente iscritti ad un corso di laurea presso un Ateneo. Meglio ancora se quell’Università ha già delle convenzioni con la Banca di riferimento. I prestiti immediati, in 24 ore, per studenti rientrano però a differenza di quelli trattati in precedenza, nella categoria dei prestiti finalizzati, quindi questo significa che la somma ottenuta in prestito è erogata all’Università presso cui lo studente è iscritto regolarmente. Parliamo spesso di ridotti prestiti veloci rivolti agli studenti, e questi possono essere richiesti soprattutto in modalità online.

La somma richiesta in denaro, dopo che la richiesta è stata accettata, viene accreditata direttamente sul conto corrente dello studente. I prestiti rapidi quindi, per studenti universitari presentano quindi le seguenti caratteristiche:

tassi di interesse molto agevoli e accessibili, per supportare il giovane studente a
nella fase di rimborso della banca in diverse rate pattuite,
modalità di restituzione molto rilassate nel tempo, numero interessante di rate in cui viene frazionato il debito. Infatti questi finanziamenti sono rivolti solo e soltanto agli
studenti, e spesso le banche hanno già convenzioni con Università, e questo permette anche altri vantaggi.

I prestiti online immediati: informazioni basilari

Esiste ad oggi la possibilità di richiedere comodamente da casa in modalità online, un prestito veloce che potrebbe essere accreditato anche in 2b4 ore sul nostro conto corrente.

I piccoli prestiti rapidi possono essere inclusi nella categoria di quelli personali, ma ci danno la possibilità di avere i soldi con una maggiore rapidità sul nostro conto corrente. Questo significa che siamo liberi di spendere come vogliamo questi soldi, senza fare preventivi, oppure dichiarare il tipo di bene che vogliamo acquistare.

La tempistica si aggira intorno alle 48 ore circa dalla concessione del prestito, ma può anche accadere la rapidità sia incredibile, e parliamo di solo 24 ore.

In termini più precisi parliamo di finanziamento ideato per coloro che hanno necessità immediata, di ottenere una somma specifica per far fronte a situazioni di disagio improvvise. L’importo è stabilito alla fine dalle singole banche, e presenta ovviamente un minimo ed un massimo consentibile. Si può dire però che in generale rientra in una fascia che va da circa 1.000 euro, a massimo 30.000 euro circa.

Sia l’importo massimo erogabile che anche i requisiti necessari e imprescindibili da ogni altra cosa, i quali servono per avere il finanziamento, cambiano di molto in base alla banca come abbiamo visto. Motivo in più per fare online il nostro prestito, infatti potremo comodamente scegliere la banca che fa maggiormente al caso nostro.

Accade infatti che alcune banche accettino anche dei requisiti alternativi rispetto ad uno stipendio fisso e regolamentato. A variare sono anche i tassi di interesse applicati, quindi dobbiamo saper bene quale banca scegliere anche in base a questo fattore.

In termini più specifici si sta facendo riferimento a:

TAN,

e TAEG.

I prestiti veloci, i quali prevedono un piccolo importo, hanno la peculiarità di non essere dei prestiti finalizzati. Quindi non è possibile ricevere la somma e farci ciò che desideriamo, senza che la banca sappia come spendiamo il denaro. Questo aspetto offre una certa mobilità e serenità nel cliente, infatti possiamo usare i soldi come maggiormente preferiamo. Per quanto concerne invece i prestiti finalizzati, questi vengono elargiti solamente al negozio dove noi andremo a spendere una determinata cifra.

Casi in cui il tasso è pari a zero

Ci sono casi in cui poi il taso di interesse può anche ridursi a zero. Generalmente muta in base al valore ISEE, e al CUD, a situazioni quali la disabilità, il fatto di essere disoccupati o inoccupati, come anche cassaintegrati.
Per quanto concerne i giovani studenti possiamo avere il tasso è zero quando l’ISEE del richiedente è davvero basso, e inoltre lo studente deve essere iscritto regolarmente ad una Università presso cui spicca come meritevole nella carriera di studi. Questi sono solitamente i requisiti fondamentali per ricevere un prestito che preveda un tasso di interesse pari a zero. Ovviamente poi ogni banca presenta le proprie politiche e le proprie regole, quindi si gestisce riguardo questo aspetto in modi differenti, come accade di solito per il limite massimo del prestito online. Questo solitamente non può superare i 5000 euro più o meno, ma ci possono anche essere alcune eccezioni.

Il tasso di interesse può avere il valore di zero anche nel caso di giovani imprenditori, come forse già accennato, i quali accedono ad un prestito a fondo perduto. Il loro progetto però deve essere convincente e ci devono essere delle garanzie più salde e stringenti.

Conclusioni: giovani studenti ed imprenditori

Per quanto concerne i giovani quindi, come nel caso di studenti universitari e anche giovani imprenditori, la possibilità di prestito esiste, e non è difficile ottenerlo. La cosa importante è stare in regola con tutta la documentazione necessaria, inoltre il tasso può essere anche pari a zero in alcuni casi specifici. Soprattutto nel caso di studenti con ISEE molto basso, questo vantaggio è presente, ma devono anche essere in regola con gli studi e avere una bella carriera. Invece per i giovani imprenditori, che optano per i finanziamenti a fondo perduto, questi possono anche, in base all’andamento del mercato, dover ridare indietro alla banca, molto meno del previsto. Questo dipende anche dal bando, ma in particolare da come va il mercato. Inoltre il tasso di interesse potrebbe essere pari a zebro.