Perché chiedere un prestito? Approfondimento, guida, consigli utili

335

Indice dei contenuti

I prestiti veloci: per quale motivo vengono richiesti

Un tempo non esisteva la formula di prestito rapido, ma ad oggi è possibile, per venire incontro a molti clienti che hanno bisogno di liquidità in brevi tempi. Questo in quanto hanno bisogno di far fronte ad improvvise e impreviste situazioni, che da soli, con la propria disponibilità economica non possono sostenere. Richiedere un prestito inoltre ad oggi è cosa molto facile ed intuitiva, proprio sfruttando la dimensione dell’online, attraverso i siti ufficiali delle varie banche. Inoltre da casa è possibile con calma e serebnità, fare le giuste valutazioni, andando a leggere le politiche delle diverse banche. Infatti non tutte le banche predispongono gli stessi limiti di importo ad esempio, le stesse rigidità sui documenti, le stesse clausole.

Documenti necessari per la richiesta di un finanziamento

Ogni cliente per poter accedere al credito, deve d’obbligo presentare dei documenti precisi. Se li presenteremo tutti, e se ci sarà una possibilità di diretta verificabilità, la nostra richiesta verrà accettata subito. Bisogna però dire che nella maggior parte dei casi tutto varia in base alla tipologia di cliente, ovvero se abbiamo a che vedere con un pensionato, cassaintegrato, studente e via dicendo.

I documenti che solitamente devono per forza essere presentarsi sono i seguenti:

  • documento d’identità valido,
  • età compresa tra i 18 anni e i 75 anni, con alcune eccezioni che dipendono da diverse situazioni considerate dalla banca in questione delle forme di garanzia,
  • per pensionati, cedolino della pensione,
  • tessera sanitaria.

Per quanto concerne le condizioni invece:

  • per cassaintegrati, c’è accesso allo stipendio ridotto in quanto cassaintegrati, oppure dichiarazione di questi di possesso di oro o gioielli preziosi, modalità di garanzia attraverso la cessione del quinto. Essa è prevista anche e soprattutto in caso di cattivi pagatori,
  • per studenti, presenza di iscrizione full time o part time ad un corso di laurea, con cui la banca ha magari anche avviato una convenzione.

Cosa cambia nella richiesta del finanziamento online?

Ormai con i tempi che corrono, la società va diventando sempre più frenetica, veloce, intuitiva, grazie all’avanzamento tecnologico. Uno dei tanti vantaggi che quest’ultimo ha portato è sicuramente quello di poter ottenere un prestito, comodamente da casa in 48 ore, o addirittura 24 ore. La cosa è decisamente comoda in quanto non bisogna in alcun modo spostarsi dalla propria abitazione, dovendo fare file o trovando impedimenti. Inoltre un aspetto molto importante che è proprio della richiesta del prestito online, è la riduzione delle tempistiche di elaborazione dei documenti. Si consiglia quindi di richiedere non di persona questo prestito, ma esclusivamente online. Inoltre da casa si ha la possibilità in tutta tranquillità e con i tempi che ci vogliono, andare a cercare anche la banca che prevede dei tassi di interesse più fattibili, accessibili. Bisogna però ricordarsi che per richiedere in generale un prestito, tra le condizioni necessarie attraverso cui deve avvenire la fase di accettazione, abbiamo l’essere titolari di conto con quella banca. Se non abbiamo un conto corrente già aperto con quella banca, è assolutamente necessario aprirlo in quell’esatto momento. Nel momento in cui compiliamo il modulo, dobbiamo essere molto attenti a mettere correttamente i dati, in caso contrario i tempi burocratici potrebbero essere rallentati, e in tal caso non riusciremo a sfruttare la peculiarità di questo prestito.

I vantaggi di cui godono gli studenti

Gli studenti sono forse la categoria maggiormente avvantaggiata, per quanto riguarda la richiesta di prestiti presso le banche. I tassi di interesse sono molto agevolati, in alcuni casi anche pari a zero, in base al valore ISEE e al fatto di avere una brillante carriera universitaria. Bisogna ovviamente essere iscritto regolarmente ad un corso di laurea di una Università, avere un documento d’identità valido, cittadinanza italiana e basta fondamentalmente. Quindi è più facile richiederlo e che questo venga accolto nel rispetto delle tempistiche, solitamente 24 ore. Ovviamente il conto con quella banca come abbiamo già visto deve  già esser attivo e aperto. I tempi di rimborso sono decisamente rilassati nel tempo, con un numero di rate che rende meno pesante sanare il debito.

Meglio l’online rispetto al recarsi di persona?

La richiesta di un prestito in 24 ore di sicuro è più facile richiederlo online e vedremo rispettata la tempistica prevista. Inoltre dal sito ufficiale della banca, in tutta serenità da casa, possiamo fare le adeguate valutazioni e scegliere la banca con tassi di interesse maggiormente agevoli.

Qual è la definizione di TAN?

Nelle pubblicità di prestito rapido vengono evidenziati due valori percentuali. Il primo di essi è il TAN, un acronimo che sta ad indicare il:

  • Tasso Annuo Nominale, ovvero il tasso di interesse che viene applicato al capitale, quello che andremo a pagare nella restituzione in aggiunta alla somma erogata.

Tassi di interesse, l’importanza del TAEG

L’altro valore che va a braccetto con il TAN è il TAEG e risulta la percentuale indicata in un prestito veloce, una sigla che sta per:

  • Tasso Annuo Effettivo Globale, ovvero l’insieme di tutte le spese e gli oneri finanziari correlati al finanziamento: si va dalle spese di commissione a quelle di apertura di pratiche o per un’eventuale estinzione anticipata del prestito. Alcune finanziarie possono ridurre a zero alcune o tutte queste spese, queste in base alle politiche specifiche di ciascuna banca oppure istituti di credito.

Alternative alle banche: prestito tra privati su siti web

Il prestito tra privati rappresenta l’alternativa per chi non può o non vuole rivolgersi quindi alle tradizionali banche e società finanziarie, in quanto non possiede tutte le condizioni necessarie e imprescindibili, senza le quali non si può nemmeno effettuare la domanda.

Per poter richiedere un prestito immediato tramite l’online scegliendo di affidarsi al prestito tra privati, rappresenta una formula di finanziamento già presente in passato. Il prestito tra privati è molto comodo, e tutto a norma di legge e fondamentalmente abbiamo un privato che mette a disposizione il proprio capitale, o parte di questo. Quindi c’è da dire che tale prestito:

Vede i richiedenti e coloro che mettono a disposizione i propri soldi, in una sorta di vero e proprio accordo, in cui c’è necessità bi trovare un punto di incontro virtuale in piattaforme dedicate specificamente a questo servizio e regolarmente autorizzate dalla Banca d’Italia.

Prestito rapido tra privati, in un giorno o due

Il prestito tra privati attraverso la modalità online, come sopra accennato, risulta garantito e sicuro e in caso di mancato rimborso delle rate, con la piattaforma il privato ha delle garanzie a riguardo per pretendere la somma. I tassi di interesse sono davvero competitivi, molto agevolati rispetto di solito alle banche. Diremo quindi spesso di valore più basso di quelli soliti. Inoltre l’ostacolo delle tempistiche è largamente arginato e scavalcato, infatti tempi di erogazione sono analoghi a quelli di un prestito veloce via web, anche in 24 ore oppure in 48 ore.
Sta riscontrando molto successo questo tipo di finanziamento, in quanto le banche vengono scavalcate ed è possibile non offrire tutte le garanzie da questa richieste, perciò ci sentiamo più tranquilli e meno vincolati. Tutto questo, sapendo che la cosa è sicura e regolamentata, anche nel caso ovviamente non ridiamo la cifra indietro e nelle tempistiche richieste.

Conclusioni

Richiedere un prestito ad oggi, è molto facile ed intuitivo, attraverso i siti della varie banche, senza dover fare file e recarsi in filiale. La cosa importante è avere tutta la documentazione ed un conto corrente aperto con la banca, alla quale richiediamo il finanziamento in questione.