Come chiedere prestiti se giovani single: alla scoperta di informazioni e offerte

276

Indice dei contenuti

Richiesta prestito attraverso piattaforme online

Prendere la decisione di richiedere un finanziamento online, ci offre la possibilità di godere di tanti vantaggi, e di uno in particolare: tassi di interesse più agevolati. Può accadere che a questi sia anche necessario includere una polizza assicurativa, quando ad esempio la nostra età anagrafica supera i 75 anni.

Prestiti convenienti, tassi di interesse ottimali per giovani studenti

I prestiti veloci possono anche essere richiesti dagli studenti, soprattutto da loro. Questo perché hanno bisogno durante il loro percorso di liquidità per tasse universitarie o viaggi di istruzione, ma non hanno una stabilità economica.

A fare richiesta di un prestito possono però essere sia gli studenti a tempo pieno o anche coloro che hanno un’iscrizione part time, e che quindi lavorano durante il percorso universitario. Non si ha busta paga, né un contratto di lavoro che dia stabilità, ma questo non interessa alle banche, basta essere regolarmente iscritti presso un Ateneo, essere uno studente meritevole, e magari con ISEE sufficientemente basso. Il loro punto di forza sta proprio nei tassi di interesse agevolati, i quali possono aiutare gli studenti nel rimborso del denaro.

I prestiti immediati, in 24 ore, per studenti rientrano nella categoria dei prestiti finalizzati, quindi questo significa che la somma ottenuta in prestito è erogata all’Università presso cui lo studente è iscritto regolarmente. Parliamo spesso di ridotti prestiti veloci rivolti agli studenti, e questi possono essere richiesti soprattutto in modalità online.

La cifra che viene richiesta in denaro, dopo che il modulo è stato verificato e accettato, viene accreditata direttamente sul conto corrente dello studente, oppure su una carta prepagata con IBAN:

I piccoli prestiti veloci per studenti presentano quindi delle peculiarità:

  1. tassi di interesse molto agevolati, per sostenere lo studente a
  2. piano di ammortamento con un alto numero di rate, per poter ridare indietro la cifra con serenità,
  3. tempistiche di rimborso molto rilassate nel tempo.

Infatti questi finanziamenti sono rivolti solo e soltanto agli studenti, e spesso le banche hanno già convenzioni con Università, e questo permette anche altri vantaggi.

Finanziamenti per la categoria dei giovani

Gli istituti di credito o le banche, hanno deciso di ideare alcune soluzioni per i più giovani. Solitamente riguardano lavoratori o studenti di età inferiore ai 35 anni che hanno progetto di vita o un’idea imprenditoriale e necessitano di liquidità. I finanziamenti possono essere a fondo perduto, prestiti d’onore, prestiti dedicati a coloro che hanno un’idea imprenditoriale e hanno bisogno di accedere ad alcuni fondi per avviarla.

  • I giovani quindi che non hanno un lavoro, possono ugualmente richiedere ed ottenere un prestito bancario?

Fortunatamente sì, le banche infatti con l’obiettivo di andare incontro ai giovani con necessità di liquidità (ma privi di garanzie) hanno creato delle soluzioni anche per quelli che non hanno lavoro stabile, o non hanno abbastanza garanzie. Quando si parla dei prestiti bancari tradizionali è utile sapere che le richieste delle banche prevedono dei requisiti stringenti. Per questo tipo di finanziamenti non è invece determinate avere la possibilità di esibire una busta paga ad esempio. Questa infatti di solito rappresenta la garanzia di un lavoro continuativo, e quindi fa sentire più serena la banca. In questi casi vengono presi in considerazione anche altri requisiti, come per esempio la presenza del garante o un contratto d’affitto. Quindi i giovani che non hanno uno stipendio fisso possono comunque accedere a questo tipo di prestiti, è importante avere una garanzia sostitutiva che possa far capire all’istituto bancario che erogherà il finanziamento che si è in grado di restituire l’importo richiesto.

 Quando il tasso di interesse scende a zero

Per quanto concerne i giovani studenti spesso il tasso oltre ad essere agevolato, può anche scendere a zero quando l’ISEE del richiedente è davvero basso, e inoltre lo studente deve essere iscritto regolarmente ad una Università presso cui spicca come meritevole nella carriera di studi. Questi sono solitamente le condizioni essenziali per ottenere un prestito che preveda un tasso di interesse pari a zero.

Il tasso di interesse può avere il valore di zero anche nel caso di giovani imprenditori, i quali accedono ad un prestito a fondo perduto. Il loro progetto però deve essere convincente e ci devono essere delle garanzie più forti e stringenti.

Cosa bisogna sapere sul fondo studio?

Possono presentare il modulo di domanda di accesso al finanziamento garantito dal Fondo studio, tutti coloro possiedono un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e che sono in possesso di certi requisiti, oppure le seguenti condizioni:

  1. essere iscritto ad un corso di laurea triennale ovvero specialistica a ciclo unico, in regola con il pagamento delle tasse universitarie e in possesso del diploma di scuola superiore con un voto che corrisponda almeno a 75/100;
  2. essere iscritto ad un corso di laurea magistrale, in regola con il pagamento delle tasse universitarie e in possesso del diploma di laurea triennale con una votazione pari almeno a 100/110;
  3. essere iscritto ad un Master universitario di primo o di secondo livello, sempre in regola con il pagamento delle tasse universitarie ed in possesso del diploma di laurea, rispettivamente triennale o specialistica, con una votazione pari almeno a 100/110;
  4. essere iscritto ad un corso di specializzazione successivo al conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico di medicina e chirurgia con voto pari almeno a 100/110 e sempre in regola con il pagamento di tutte le tasse universitarie previste;
    avere un’iscrizione ad un dottorato di ricerca all’estero il quale, ai fini del riconoscimento in Italia, deve presentare una durata legale di tre anni;
  5. essere iscritto ad un corso di lingue di durata non inferiore a sei mesi, riconosciuto da un “Ente Certificatore”.

Caratteristiche che deve avere possedere il diploma di maturità per accedere al Fondo

Il diploma di scuola superiore inoltre deve essere conseguito presso:

una scuola italiana, pubblica o privata, riconosciuta dal Miur a rilasciare titoli di studio che hanno significato legale in Italia;
una scuola straniera autorizzata dal Miur all’apertura di una succursale dell’istituto straniero in Italia e che sia abilitata al rilascio di titoli di studio aventi valore legale in Italia.

Inoltre è bene sottolineare che i corsi di laurea triennale, di laurea magistrale, di specializzazione successivi alla laurea magistrale o ai Master devono essere tenuti presso:

  • Università italiane, che siano pubbliche o private, o scuole superiori di insegnamento universitario autorizzate dal Ministero dell’Università e della Ricerca (Miur) a rilasciare dei titoli di studio aventi una certa validità legale sul territorio italiano;
  • Università straniere o scuole superiori che sono sulla scia dello studio universitario straniere autorizzate dal Miur all’apertura di una succursale dell’istituto straniero in Italia e abilitate a rilasciare titoli di studio che hanno validità legale in Italia.

Cosa sapere sul fondo di garanzia

Come accade per altre tipologie di clienti anche i giovani single possono usufruire di quanto stabilito dal Fondo di garanzia per la prima casa, approvato in prima istanza con la legge 27 Dicembre 2013 n. 147. In pratica si tratta di un supporto molto concreto che consente alle banche di erogare mutui per giovani single.

Attraverso dei tassi di interesse agevolati, e in virtù di spread applicati dagli istituti più bassi per queste categorie di soggetti. Ma i vantaggi non terminano qui, infatti si parla anche di accesso facilitato al credito per cui lo Stato funge da garante e intercede in favore del titolare del finanziamento fino al 50 % dell’importo richiesto come mutuo per l’acquisto dell’immobile (prima casa).

In parole povere, questo significa che se il giovane single, per cause involontarie e non previste si ritrovasse in condizione di non poter restituire la somma finanziata, almeno per metà della cifra si vedrebbe garantito dallo Stato stesso.

Chi sono coloro che possono accedere ai vantaggi?

Le agevolazioni che sono stabilite dal Fondo di garanzia per la prima casa si applicano alle seguenti tipologie di soggetti:

Giovani single under 35, lavoratori regolari,
Giovani agricoltori,
Giovani coppie,
Nuclei familiari mono genitoriali con figli minorenni a carico,
Conduttori di alloggi quali case popolari.

Conclusione

I giovani, fino al compimento dei 35 anni, possono godere di diversi vantaggi per quanto concerne la richiesta di un prestito. Infatti possiamo essere studenti universitari e avere diretto accesso al credito, con prestito d’onore. Oppure possiamo essere giovani imprenditori con progetti ambiziosi, ma senza la disponibilità economica o quelle garanzie troppo stringenti per permettersi la loro realizzazione. Ancora possiamo essere giovani single, e avere la possibilità di ottenere offerte ottimali per quanto riguarda la concessione di un mutuo. Il miglior accesso in ogni caso al credito, è quello di studenti meritevoli con valore isee molto basso.